L'11 marzo 1669 si vide
commoversi con grande violenza tutto il perimetro della montagna, saltare in aria dal cratere una prodigiosa colonna di nero fumo, e rovente materia, e profondarsi finalmente la sua cima con orridi rumoreggiamenti nel suo baratro. Cadde in primo luogo quella vetta che guardava verso Bronte, di poi l'altra rimpetto l'oriente ed ultimamente si rovesciĆ² quella posta in faccia al mezzogiorno
Giuseppe Recupero (1720-1778) Storia naturale e generale dell'Etna